Tags:

Dollaro ancora in rialzo contro yen e euro

Comment

Finanza

Sul mercato valutario il trend che ha contraddistinto le ultime settimane post FOMC sembra potersi prolungare anche nel corso di questo mese di gennaio. Nelle ultime sedute, infatti, il dollaro statunitense sta registrando un significativo rialzo nei confronti dello yen e nei confronti dell’euro. Come risulta facilmente intuibile, la valuta statunitense sale sulla prospettiva di ulteriori rialzi dei tassi Fed nel corso dell’anno e sulle attese per le politiche fiscali espansive del neo Presidente Trump.

Come diverse volte ricordato, infatti, la politica monetaria della Federal Reserve dovrebbe contraddistinguersi per un trend più rialzista delle previsioni (e forse anche in grado di superare i tre rialzi stimati), e agirà in maniera tale da controbilanciare gli effetti della aggressiva politica fiscale di Trump, con la quale il neo presidente degli USA cercherà di impattare radicalmente sull’economia già nella prima parte del 2017. Sul fronte Cina lo yuan appare stabile nel mercato offshore, sulla scia anche della buona lettura del PMI Manifatturiero di dicembre redatto stamane da Caixin che ha toccato il massimo dal gennaio 2013.

Sul fronte commodity, le materie prime sono in discreto rialzo nella prima fase di contrattazioni del 2017 spinte dal rialzo del petrolio che tocca i massimi a 18 mesi grazie alle speranze che l’accordo tra i paesi OPEC e non – OPEC circa i tagli alla produzione, efficaci dall’1 gennaio, possa frenare l’eccesso di offerta che ha caratterizzato il mercato negli ultimi 2 anni. È evidente però che oltre alla contrazione dell’offerta è necessario che il ritorno alla crescita globale stimoli anche la domanda di energia al fine di rendere equilibrato e stabile il rialzo del mercato petrolifero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi