• Che cos’è il paper trading

    SmartphoneNegli ultimi giorni ci siamo concentrati a più riprese nel comprendere in che modo si possa effettuare il test sulla propria strategia di trading, al fine di capire se possa o meno essere pienamente sostenibile. Abbiamo così parlato del backtesting e delle simulazioni Montecarlo ma… non sono le uniche strade che potresti intraprendere in questo contesto!

    Una possibilità è infatti rappresentata dal paper trading, un metodo di trading “privo di rischio”. Fondamentalmente, si crea un conto fittizio, attraverso il quale è possibile testare la propria strategia di trading con moneta fittizia. Ci sono due metodi: puoi fingere di comprare e vendere azioni, obbligazioni, materie prime, ecc. e tenere traccia dei tuoi profitti e delle tue perdite sulla carta, oppure potete aprire un conto online, di solito attraverso il tuo broker (e di solito gratuitamente). Continue reading

    Published by:
  • Cos’è la simulazione Montecarlo

    Qualche giorno fa abbiamo parlato del backtesting come uno dei modi più utili per poter testare la propria strategia. Non è tuttavia l’unica strada e, una delle concorrenti più famose, è rappresentata dalla simulazione Montecarlo. Ma cos’è?

    La simulazione Montecarlo è una tecnica di risoluzione dei problemi utilizzata per approssimare la probabilità di certi risultati eseguendo più prove – chiamate simulazioni – utilizzando varianti casuali. È un modo per rendere conto della casualità di un parametro di trading – tipicamente, la sequenza delle operazioni. Nelle simulazioni Montecarlo, l’idea di base è quella di prendere una sequenza di operazioni generate da un sistema di trading, randomizzare l’ordine delle operazioni e calcolare il tasso di rendimento e il prelievo massimo, supponendo che l’x% del conto sia a rischio su ogni operazione. Continue reading

    Published by:
  • Come valutare la strategia di trading con il backtesting

    Una volta che hai determinato su quali mercati vuoi fare trading, selezionato un timeframe e definito le tue regole di entrata e di uscita dalle posizioni, giunge il momento di testare e valutare la tua strategia di trading.

    Anche se esistono vari modi per poter testare la tua strategia di trading, uno dei più diffusi e utili è sicuramente rappresentato dal c.d. Back-Testing. Ma che cosa è? Sai di cosa si tratta e come funziona? E dove lo puoi usare?

    In sintesi, il back-testing è un metodo di test che esegue la tua strategia rispetto ai periodi di tempo precedenti. Fondamentalmente, si esegue una simulazione: si utilizza la strategia con i dati rilevanti del passato per testarne l’efficacia. Usando i dati storici, si risparmia un sacco di tempo! Se infatti volessi testare la strategia applicandola ai periodi di tempo da ora in poi… potrebbero volerci anni. Continue reading

    Published by:
  • Stop loss, come fissarlo in percentuale

    sound-wave-3870974__340Uno dei modi più utilizzati per stabilire uno stop loss, è farlo in misura percentuale sul prezzo corrente o in termini di volatilità.

    Per quanto concerne la percentuale del prezzo corrente, quando si applica questa strategia di stop loss, è sufficiente moltiplicare il prezzo di entrata per (1 – il tuo stop loss (in forma percentuale)) per ottenere il punto di uscita. Ad esempio, immaginiamo che tu stia negoziando l’E-mini NASDAQ, e di aver definito uno stop loss dello 0.5%. Allora, dovresti moltiplicare il tuo prezzo di entrata di 2151.75 per 0.995 (1 – 0.5%) per un punto di uscita di 2141. Dovresti applicare questa strategia di uscita se stai facendo trading su più mercati o azioni diverse.

    L’altro modo è quello di applicare una percentuale della volatilità. Questa strategia di uscita è un altro modo per specificare gli stop loss nei mercati più volatili. L’idea di fondo è quella di adeguare o stop loss in base alla volatilità del mercato: si applica uno stop loss più grande nei mercati volatili e uno stop loss più piccolo nei mercati tranquilli. Continue reading

    Published by:
  • In che modo le comunicazioni asincrone possono aiutare le agenzie?

    La pandemia COVID-19 può essere paragonata ad un pulsante di hard reset per il mondo. Comprendere e comunicare le informazioni più aggiornate sta letteralmente salvando vite umane, ma mentre le agenzie governative si affrettano a riferire ai loro collegi elettorali, è chiaro che ci sono alcuni difetti nel sistema.

    Organizzazioni statali essenziali come i dipartimenti sanitari stanno scoprendo che semplicemente non riescono a tenere il passo con il flusso di comunicazioni. Le linee telefoniche sono inceppate, i messaggi lasciati senza risposta, i residenti sono frustrati e i dipendenti sono stressati. Continue reading

    Published by:
  • Fiat Chrysler, pesante perdita nel secondo trimestre

    Fiat Chrysler ha affermato di aver perso 1,24 miliardi di dollari (1,05 miliardi di euro) nel secondo trimestre, poiché il coronavirus ha causato la chiusura dei suoi stabilimenti in tutto il mondo. L’azienda è riuscita a battere le aspettative degli analisti di Wall Street, ma ha fallito l’appuntamento con il fatturato, con le entrate che sono diminuite del 56% rispetto all’anno precedente.

    Su una base rettificata al lordo delle imposte, Fiat Chrysler ha registrato una perdita di circa 1,1 miliardi di dollari (928 milioni di euro) nel secondo trimestre. La casa automobilistica è riuscita a registrare un utile di 46,2 milioni di dollari (39 milioni di euro) per le sue attività in Nord America. Tutti gli altri territori erano invece in rosso. Continue reading

    Published by:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi