Quanti debiti ha la Cina?

Comment

Finanza

Il debito della Cina è cresciuto fortemente nell’ultimo decennio ed è una delle più grandi sfide economiche che il partito comunista cinese, al potere e con 100 anni di storia, deve affrontare.

Pechino stessa ha identificato il debito crescente come una potenziale minaccia alla stabilità economica, e negli ultimi anni ha cercato di ridurre la dipendenza del paese dal debito per la crescita. Ma questo sforzo di deleveraging si è fermato per gran parte dello scorso anno a causa della Covid-19.

La pandemia dell’anno scorso ha infatti colpito la crescita economica della Cina e ha spinto le autorità a rendere più facile per le aziende ottenere prestiti. Come risultato, il debito della Cina – misurato rispetto alla dimensione della sua economia – è salito a livelli record nel 2020.

Livelli di debito record

La Cina ha accumulato rapidamente il debito sulla scia della crisi finanziaria globale nel 2007 e nel 2008, quando le autorità hanno distribuito un massiccio pacchetto di stimolo che è stato in gran parte finanziato attraverso prestiti bancari.

I livelli di debito del Paese si sono stabilizzati per diversi anni prima di accelerare di nuovo per raggiungere un massimo storico di quasi il 290% del prodotto interno lordo nel terzo trimestre dello scorso anno, secondo i dati della Banca dei regolamenti internazionali.

Ma la Cina non è evidentemente l’unico Paese che ha registrato un’impennata del debito nel 2020. Altre grandi economie come gli Stati Uniti, il Giappone e quelli in Europa hanno analogamente visto un aumento del rapporto debito/PIL, i dati della BIS hanno mostrato. Si è verificato come i governi di tutto il mondo hanno aumentato la spesa per aiutare le imprese e le famiglie a superare le sfide causate dalla pandemia.

Composizione del debito cinese

Tuttavia, la composizione del debito cinese è diversa da quella degli Stati Uniti e del Giappone.

Il settore aziendale in Cina ha rappresentato una grande proporzione del debito totale a più del 160% del PIL, secondo i dati della BIS. Nel frattempo, il debito pubblico ha costituito la quota maggiore del debito totale sia negli Stati Uniti che in Giappone.

Con la sua economia che si sta riprendendo dalla pandemia, la Cina ha rinnovato uno sforzo pluriennale per tenere a freno il debito negli ultimi mesi – dopo una pausa per gran parte dello scorso anno.

Questo sforzo ha mostrato alcuni risultati. Il finanziamento sociale totale della Cina, un’ampia misura del credito e della liquidità nell’economia, è aumentato dell’11% da un anno fa alla fine di maggio – rallentando da una crescita dell’11,7% del mese precedente. Gli economisti della banca britannica Barclays hanno previsto che la crescita del credito in Cina sarà tra il 10% e il 10,5% entro la fine di quest’anno, rispetto al 13,3% alla fine del 2020.

L’ascesa economica della Cina

Un boom economico alimentato dal debito dopo la crisi finanziaria globale ha aiutato la Cina a superare il Giappone come seconda economia mondiale – misurata in termini nominali – nel 2010. La Cina è rimasta in quella posizione da allora, seconda solo agli Stati Uniti.

La Cina ora mira a diventare una nazione avanzata. Il presidente Xi Jinping ha detto a novembre che è possibile raddoppiare la dimensione dell’economia cinese e il reddito pro capite entro il 2035, ha riferito l’agenzia di stampa statale Xinhua.

Alcuni osservatori, tuttavia, hanno detto che Pechino potrebbe non raggiungere i suoi obiettivi economici. Questo perché il giro di vite della Cina sul debito smorzerà le sue prospettive economiche nei prossimi anni, mentre una prevista transizione per contare di più sul consumo per alimentare la crescita ha mostrato pochi risultati. Altri hanno detto che questi ostacoli semplicemente rallenteranno – e non faranno deragliare – la traiettoria generale della Cina. Hanno sostenuto che è solo una questione di tempo prima che il gigante asiatico superi gli Stati Uniti come la più grande economia del mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi