Guadagnare di più: il primo passo è risparmiare

Comment

Consigli utili
risparmiare corrente

risparmiare correnteNonostante qualche soldo in tasca faccia sempre piacere, non tutti hanno la possibilità di trovare un modo per guadagnare di più, soprattutto in zone d’Italia dove l’economia è ancora in stato di stasi. Per molte persone infatti è quasi impossibile trovare un lavoro meglio remunerato di quello che hanno, ed è complesso anche tentare di lavorare di più per ottenere degli incentivi, che non tutte le aziende pagano. Anche in queste situazioni esiste però sempre la possibilità di risparmiare, il guadagno non arriva in questi casi da maggiori introiti, ma da una migliore gestione dello stipendio mensile.

Risparmiare sui consumi

Non c’è Guida al risparmio che si rispetti che non offre dei consigli su come contenere i costi delle bollette di casa, delle spese per la macchina, dei costi fissi mensili. Ogni mese tutte le famiglie hanno diverse spese, non frivole o voluttuarie, ma dovute alla gestione stessa delle persone che compongono il nucleo familiare e a quelle per la casa. Chi ha un mutuo dovrebbe sempre verificare le condizioni offerte dagli istituti di credito, perché in questo modo è a volte possibile contenere questa voce mensile delle spese, che è fissa e molto prolungata. Anche le altre spese fisse si possono abbassare, prima di tutto verificando la presenza di contratti migliori: basta visitare i siti internet delle società di gestione dei servizi, o quelli dedicati ai confronti tra le tariffe applicate. Oltre a queste azioni è anche estremamente consigliabile verificare regolarmente i propri consumi, per cercare di tagliarli. Non serve rinunciare a qualcosa di necessario, basta a volte fare maggiore attenzione. Ad esempio molte società che forniscono l’energia elettrica offrono tariffe a fasce orarie, se avete questo tipo di contratto conviene utilizzare gli elettrodomestici che consumano di più nel fine settimana e durante le ore serali.

Risparmiare sui trasporti

In Italia le strade sono quotidianamente affollate di macchine; per molti il tragitto fino al lavoro è caratterizzato da una coda continua. Piuttosto che utilizzare ogni giorno la vettura di proprietà, si può valutare l’utilizzo di mezzi di trasporto diversi. La prima scelta sono sicuramente i mezzi pubblici, oltre a consentire lo sfruttamento di abbonamenti particolarmente convenienti, lo stress dovuto al restare in coda ricade totalmente sul guidatore, questione da non tralasciare. Nelle belle giornate si può anche pensare di andare al lavoro, o a scuola, con la bicicletta, o addirittura a piedi. Certo questo è possibile solo se il tragitto è di ridotta lunghezza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi