Conti deposito vincolati

Comment

Finanza
risparmio-famiglia

risparmio-famigliaIl conto deposito è per molte persone un buon metodo per investire il proprio capitale, senza rischiare in alcun modo. Si tratta di un conto che permette di ottenere un certo interesse, ma che impegna a non sfruttare il proprio capitale nel corso del tempo, in modo da massimizzare il guadagno. Alcuni conti deposito sono vincolati, nel senso che da contratto si devono lasciare immobilizzati i propri soldi per un certo periodo di tempo. Sul sito www.conto-deposito.it potete trovare numerose informazioni sul miglior conto deposito disponibile oggi.

Quale vincolo

Le proposte per conti deposito dei tanti istituti di credito presenti in Italia sono varie; spesso questo tipo di contratto prevede un vincolo temporale. In pratica il cliente si impegna a lasciare il suo denaro fermo sul conto per un dato periodo di tempo, che può essere di soli 6 mesi, ma anche di 5 anni. In questo lasso di tempo la banca lo può utilizzare come crede, cosa che permette di sfruttarlo per trarne guadagno. Buona parte dei conti deposito vincolati comportano anche il pagamento di una pensale nel caso in cui si desideri ritirare il proprio capitale prima dello scadere del vincolo. Anche in questo caso le condizioni variano da banca a banca: a volte si rinuncia semplicemente agli interessi, in altri casi è obbligatorio pagare una cifra prefissata per poter utilizzare i propri soldi.

Chi dovrebbe aprire un conto deposito

I conti deposito non garantiscono guadagni elevati, spesso si tratta di meno di 1 punto percentuale di interessi. Oggi i classici conti correnti non pagano alcun interesse, quindi tenere i propri soldi in un conto di questo genere porta solo spese. Spostarli su un conto deposito no vincolato almeno garantisce un certo interesse, anche se minimo. Gli interessi maggiori si hanno con i conti vincolati e, più lungo è il vincolo e maggiore è il guadagno. Quindi spesso i conti deposito vengono consigliati a chi non vuole rischiare in alcun modo il proprio capitale ma, allo stesso tempo, ha la certezza di non doverlo utilizzare nell’immediato. In pratica in questi casi si può utilizzare il conto deposito come una sorta di parcheggio della parte del capitale che sappiamo essere in totale esubero. Alcune persone investono nei conti deposito cifre progressive, da versare mensilmente. In questo caso si parla di conto ad accumulo: ogni mesi si versano sul conto 100 o più euro, in modo da avere un piccolo gruzzolo che si forma nel corso degli anni, cui si somma l’interesse, seppur minimo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi