Tags:

Nutrirsi con l’olio di canapa

Comment

Mangiare sano Salute

olive-oil-356102_960_720Non di solo olio di oliva si vive. E non sorprende assistere – soprattutto all’interno dei negozi bio – dell’esplosione commerciale di oli un pò più particolari dell’olio di oliva o di semi vari, ma non per questo meno utili per poter condire la nostra vita di sapore e di tanti elementi nutrienti.

Tra i meno conosciuti dai consumatori c’è sicuramente l‘olio di canapa. Un olio che è un portento per il nostro benessere. Sia sufficiente ricordare che un solo cucchiaio da 10 ml fornisce: 1 g di grassi saturi, 1 g di monoinsaturi e 8 g di polinsaturi, di cui circa 2 g di Omega 3 e 5,5 g di Omega 6.

Ad ogni modo, rispetto ad altri oli biologici e naturali alternativi all’olio di oliva, è sicuramente tra quelli che si ossida di più durante la cottura. Pertanto, molto melgio cercare di utilizzalo a crudo per condire l’insalata, ottenendo così valori aggiunti ancora più tangibili al proprio benessere.

Inoltre, come consigliato dagli esperti, se si desidera migliorarne il sapore e il profilo nutrizionale, si può procedere a miscelarne 1 cucchiaio con 30 g di semi di canapa. In questo modo si riuscirà a portare la quota di monoinsaturi a 3 g e si aggiungerà un po’ di fibre al proprio piatto.

Conservare tale olio è molto semplice: è infatti sufficiente proteggerlo dalla luce e da fonti di calore avvolgendo la bottiglia (in genere da 250 ml) con un foglio di alluminio o di stagnola. Il costo è lievemente maggiore degli altri oli, ma non troppo: una bottiglia da un litro ha un costo intorno ai 15 euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi