Fiat Chrysler, pesante perdita nel secondo trimestre

Comment

Motori

Fiat Chrysler ha affermato di aver perso 1,24 miliardi di dollari (1,05 miliardi di euro) nel secondo trimestre, poiché il coronavirus ha causato la chiusura dei suoi stabilimenti in tutto il mondo. L’azienda è riuscita a battere le aspettative degli analisti di Wall Street, ma ha fallito l’appuntamento con il fatturato, con le entrate che sono diminuite del 56% rispetto all’anno precedente.

Su una base rettificata al lordo delle imposte, Fiat Chrysler ha registrato una perdita di circa 1,1 miliardi di dollari (928 milioni di euro) nel secondo trimestre. La casa automobilistica è riuscita a registrare un utile di 46,2 milioni di dollari (39 milioni di euro) per le sue attività in Nord America. Tutti gli altri territori erano invece in rosso.

Le azioni della casa automobilistica italo-americana sono rimaste invariate venerdì durante le contrattazioni pre-mercato. Il titolo ha chiuso giovedì a 10,50 dollari, in calo del 3,9%. Fiat Chrysler ha bruciato 5,8 miliardi di dollari (4,9 miliardi di euro) nel corso del secondo trimestre – un dato che viene seguito da vicino da Wall Street. Le vendite globali di veicoli dell’azienda da aprile a giugno sono scese del 63% a 424.000 unità a causa di interruzioni della produzione dovute alla pandemia e a interruzioni della domanda.

Sebbene l’azienda rimanga vigile sulla salute e la sicurezza dei dipendenti, i nostri stabilimenti sono operativi, i concessionari vendono negli showroom e online, e abbiamo la flessibilità e la forza finanziaria per portare avanti i nostri piani“, ha dichiarato in un comunicato il CEO di Fiat Chrysler Mike Manley.

L’azienda ha anche fatto diversi passi per puntellare il suo bilancio negli ultimi mesi. Ha dichiarato di avere 20,75 miliardi di dollari (17,5 miliardi di euro) di liquidità nella sua divisione automobilistica alla fine del trimestre. Il governo italiano ha anche garantito 7,5 miliardi di dollari (6,3 miliardi di euro) in prestiti alla casa automobilistica a fine giugno, e 5,3 miliardi di dollari (4,5 miliardi di euro) di questi rimangono inutilizzati, ha detto la società.

Fiat Chrysler ha riconfermato le aspettative di completare una fusione al 50% con la casa automobilistica francese PSA Group nel primo trimestre del prossimo anno, previa approvazione del consiglio di amministrazione e delle normative. Il nome della società risultante dalla fusione sarà Stellantis.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi