3 modi per tenere pulite le tue mani quando le lavi

Comment

Pelle
clamidia

clamidiaLavare le mani è sicuramente uno dei modi più utili per poter tenere a bada germi, virus e batteri ma… siete sicuri di farlo correttamente?

In primo luogo, è bene usare acqua calda e lavarsi le mani per almeno 20 secondi con acqua e sapone, assicurandosi di coprire palmi, dorsi delle mani, dita, tra le dita, polsi e unghie. L’acqua deve essere calda, ma non troppo: un’acqua troppo calda, infatti, non migliora l’efficacia del lavaggio,  perché spoglia le mani di tutti gli oli naturali di cui ha bisogno per rimanere impermeabile. Quindi, se potete, usate acqua tiepida con abbondante sapone.

Quindi, utilizzare sapone idratante. Poiché molti saponi possono spogliare la pelle e causarne l’incrinatura e l’asciugatura, meglio lavarsi le mani con sapone idratante. Per esempio, un sapone dalla consistenza cremosa. Bisogna anche cercare saponi con ingredienti come la glicerina e la lanolina, evitando invece le saponette.

I leganti che tengono insieme una saponetta hanno naturalmente un pH elevato, che causerà un’inutile secchezza. Bene invece optare per saponi liquidi, perché in genere sono meno secchi per la pelle. A prescindere dal tipo di sapone utilizzato, cercate di non essere troppo aggressivi quando si tratta di pulire le mani. Questo è di solito dovuto alla fretta, mentre è bene cercare di essere delicati per non aggravare la situazione.

Infine, applicare la crema idratante. L’acqua agisce come un magnete e attira l’acqua fuori dagli strati più profondi della pelle ed evapora nell’aria secca. Il risultato è una pelle ancora più compatta e asciutta. Per evitare che ciò accada, assicuratevi di applicare immediatamente dopo la crema per le mani. Anche uno strato leggero andrà bene. Bene usare creme o unguenti piuttosto che lozioni, che hanno troppo contenuto d’acqua, e quindi non bloccano la fuoriuscita dell’acqua dalla pelle.

Anche se il termine ‘idratante’ ha poco significato scientifico – l’acqua non viene aggiunta alla pelle – il trattamento topico con le creme idratanti è fondamentale per i disturbi che disturbano la barriera cutanea.  In ogni caso, le creme idratanti aiutano nella cura della pelle perché ripristinano la funzione barriera dell’epidermide, forniscono una pellicola protettiva, riempiono le piccole fessure tra le scaglie, aumentano il contenuto di acqua nell’epidermide, leniscono la pelle, migliorano l’aspetto e la consistenza della pelle.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *