Montascale: quanto costa installarlo a casa

Comment

Salute
montascale casa

montascale casaSono molte le persone in Italia che si trovano in situazioni di ridotta mobilità. Si può trattare di persone paraplegiche o tetraplegiche a causa di varie malattie, anche se nella maggior parte dei casi stiamo parlando di anziani, per i quali salire una scala può essere un problema veramente insormontabile. In queste situazioni è opportuno effettuare dei lavori per abbattere le barriere architettoniche, anche all’interno della propria abitazione o nel condominio. A tale scopo è possibile predisporre una serie di ausili particolarmente comodi.

Quali ausili per disabili

Per abbattere le barriere architettoniche in casa è necessario installare apparecchiature in grado di rimuovere dislivelli e disagi di qualsiasi tipo. Si tratta quindi dell’installazione dia ascensori, bagni per disabili, montascale a piattaforma o a poltroncina. Tutte queste apparecchiature però hanno un costo decisamente elevato. Fortunatamente lo Stato Italiano garantisce delle importanti detrazioni per i disabili che intendono adeguare la loro abitazione, o anche il condominio in cui vivono.

Quali detrazioni

Le detrazioni principali che riguardano l’abbattimento delle barriere architettoniche sono quelle che rientrano nelle più generali agevolazioni per la ristrutturazione delle abitazioni. Installare un servoscale o un ascensore viene visto come una adeguamento dell’abitazione alle norme vigenti, migliorandone la percorribilità anche da parte di un disabile. Quindi, chiunque installi in casa un montascale o un altro sussidio utile a ridurre le barriere architettoniche dell’immobile, può ottenere la detrazione del 50% delle spese sostenute. Tale detrazione si configura come detrazione sulle imposte IRPEF, con un massimo del tetto di spesa pari a 96.000 euro per ogni unità abitativa. La detrazione viene effettuata suddividendo il dovuto in 10 rate annuali, che non possono essere trasformate in credito di imposta. Questo significa che non si avrà una restituzione dell’eccedenza nel caso in cui la rata IRPEF sia inferiore alla detrazione stessa.

La legge 104

Per i cittadini disabili che intendono effettuare dei lavori di ristrutturazione sulla propria abitazione si configurano anche le agevolazioni legge 104. Questi soggetti possono richiedere la restituzione del 19% sull’intera spesa sostenuta per l’abbattimento delle barriere architettoniche. Per ottenere tale detrazione è necessario presentare un certificato medico che dichiari la disabilità del richiedente, che sarà poi inserito in una graduatoria. Il contributo infatti viene versato in base al grado di invalidità e rispettando l’ordine cronologico delle richieste. Inoltre i disabili che effettuano ristrutturazioni di questo tipo nella loro abitazione possono godere dell’IVA al 4% su tutti i materiali e i lavori effettuati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi