I malanni di stagione: in inverno arriva il raffreddore e l’influenza

Comment

Salute
influenza inverno

influenza invernoIl raffreddore e l’influenza sono malattie in genere di lieve entità, che spesso colpisocno durante i emsi vienrnali. I sintomi sono vari: febre, mal di testa, tosse, gola infiammata, dolore alle ossa. A seconda di quali sintomi si manifestano, un bravo medico è in genere in grado di comprendere quali siano le cause che ci hanno messo k.o.

Prima di tutto: contattare il medico

Quando il raffreddore e l’influenza ci assalgono ci sembra che il mondo ci crolli addosso. In queste situazioni è opportuno evitare allarmismi, soprattutto se si manifestano sintomi lievi: qualche linea di febbre, stanchezza, il naso che gocciola e un leggero mal di testa o di gola. In situazioni di questo genere si può anche evitare di contattare il medico, perché spesso bastano un paio di giorni di riposo a letto per risolvere tutti i sintomi, senza bisogno di farmaci o di cure particolari. Se invece i sintomi sono particolarmente severi, come ad esempio la febbre che sale sopra i 39°C, o perdurano a lungo, più di 2.-3 giorni, allora è opportuno contattare il medico, in modo che sia in grado di consigliarci su quali passi intraprendere.

Malanni stagionali

Se il medico valuta che siamo stati colpiti da una banale influenza, o da una faringite batterica, allora potrà consigliarci dei farmaci, che permetteranno di diminuire rapidamente i sintomi, favorendo una pronta guarigione. In alcuni casi però non è necessario assumere dei farmaci, che possono risultare addirittura controproducenti. Ad esempio gli antibiotici si utilizzano esclusivamente per malattie di origine batterica, mentre non possono nulla contro l’influenza. Nella maggior parte dei casi contro i malanni di stagione si utilizzano solo dei farmaci che permettono di alleviare i sintomi, come ad esempio degli antipiretici per abbassare la febbre, nel caso raggiunga temperature molto elevate, o degli antiinfiammatori contro il mal di gola di origine virale.

Il comportamento corretto

Quando si manifesta il raffreddore, l’influenza, il mal di gola, la tosse è sempre opportuno rimanere a casa e a letto per qualche giorno. Prima di tutto perché questo comportamento ci premunisce contro eventuali complicazioni, che possono rendere pericoloso anche un classico malanno di stagione. Inoltre, aggirarsi per l’ufficio o sui mezzi pubblici con questo tipo di malattie causa una rapida diffusione dei batteri o dei virus che le hanno causate. Chi soffre di influenza o raffreddore infatti può espellere i batteri o i virus attraverso la saliva e il muco, contagiando un elevato numero di persone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi