Investimenti, in che modo scegliere quelli giusti per la propria età

Comment

Finanza

Anche se gli investitori sono spesso alla loro ricerca, in realtà non ci sono trucchi magici per trovare l’asset allocation perfetta. L’asset allocation perfetta non è infatti – contrariamente a quanto pensano molti trader – quella che ti renderà ricco, ma piuttosto quella che si adatta meglio al tuo profilo. Il quale, però, è unico nel suo genere!

Ad ogni modo, uno dei fattori chiave nel determinare il tuo profilo di investimento è sicuramente rappresentato dalla tua età. E nche se non è l’unico fattore da prendere in considerazione, è sicuramente uno dei più importanti.

Per esempio, gli investitori più giovani dovrebbero trovarsi maggiormente a proprio agio con un portafoglio che ha più azioni e che dunque permetta di disporre di maggiori opportunità di crescita. Gli investitori più anziani che si avvicinano o sono già in pensione dovrebbero invece preferire portafogli con una percentuale maggiore di obbligazioni (o altri prodotti a reddito fisso) in maniera tale che i loro flussi di reddito siano più affidabili e che abbiano una percentuale minore di con i rischi associati.

Detto ciò, esistono molti modi per determinare l’allocazione delle asset class, tra cui diverse regole empiriche. Un suggerimento comune è quello di investire la propria età in obbligazioni. Quindi, se hai 40 anni, puoi utilizzare un’allocazione 40/60 (bond/equity). Nel peggiore dei casi, investendo in base all’età, l’asset allocation potrebbe essere leggermente più prudente per le persone sotto i 40 anni e leggermente più rischiosa di quanto sia consigliabile per le persone di età superiore ai 60 anni.

Tuttavia, se ci fosse solo l’età da gestire, le cose sarebbero abbastanza facili! In realtà, però, non si tratta affatto di una cosa così semplice: l’età è solo un dato matematico che non tiene conto – per esempio – della tua tolleranza al rischio. Di fatti, potresti essere abbastanza giovani da sostenere un grande calo del mercato, perché avrai il tempo di fronteggiarlo, ma se sei molto ansioso ed entri in crisi emotiva quando il calo raggiunge già una percentuale minima del 5%, meglio rivolgere la propria attenzione altrove!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi