Risparmiare sul riscaldamento della casa

Comment

Casa

caminoLa crisi economica si è fatta molto sentire negli ultimi anni e per molte persone le cose sembrano non essere cambiate. I consigli per risparmiare in casa però, quando riguardano il riscaldamento, non sono una questione esclusivamente economica: meno calore si disperde, più efficiente è la casa e meno inquinamento si crea con l’impianto di riscaldamento, soprattutto e si tratta di un impianto a combustibili fossili.

Il calore in casa

Il modo migliore per risparmiare sul riscaldamento consiste nel gestire in modo sensato il calore prodotto dalla caldaia. Prima di tutto conviene evitare gli eccessi: 19-20°C sono più che sufficienti in inverno in casa, se abbiamo freddo possiamo vestirci di più, o anche uscire a fare una passeggiata, al rientro avremo caldo e anche la nostra linea ci ringrazierà. Se l’impianto di riscaldamento è di proprietà è importante installare un termostato programmabile, in modo da tenere l’impianto ad una temperatura più bassa di notte, o anche nelle ore in cui in casa non c’è nessuno, per non scaldare gli ambienti per nulla.

Porte e finestre

Tuti lo sanno: le finestre e la porta d’ingresso sono nemiche del caldo in casa. Dagli accessi alla casa infatti il calore esce molto rapidamente, così’ come entra il freddo invernale. Per evitare di dissipare troppo calore è importante scegliere il giusto orario per arieggiare la casa, in un momento in cui l’impianto di riscaldamento non è acceso. È anche fondamentale farlo contemporaneamente in tutta la casa, per evitare di dover tenere accesa la caldaia per ore per far tornare il calore alla stessa temperatura in ogni stanza. Se necessario sarebbe anche importante verificare periodicamente la tenuta degli infissi, magari sostituendoli con doppi vetri. Si tratta di una spesa che si ripaga rapidamente nel corso degli anni, che gode anche di incentivi da parte dello stato.

Fonti alternative

Molte persone sfruttano il calore ottenuto da metodi alternativi di riscaldamento, come ad esempio il solare termico, i caminetti ad alto rendimento, le stufe a pellet. Ognuno di questi elementi permette di risparmiare molto sulla colletta del riscaldamento di casa, fino a percentuali che arrivano al 40-50%. Chiaramente l’investimento iniziale è alto, ma si ha la sicurezza di ottenere un buon risparmio sulle spese per la caldaia e un piccolo ritorno dovuto agli sgravi fiscali del governo, che possono essere richiesti anche per questo tipo di lavori. Inoltre si ha la certezza di produrre calore più ecologico, che influisce meno sull’inquinamento ambientale globale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi