Come si cura la tonsillite

Comment

Salute

Diversi antibiotici possono trattare le infezioni batteriche delle tonsille e delle adenoidi. Considerato poi che la tonsillite causata dal batterio Streptococcus potrebbe potenzialmente portare a gravi complicazioni, è bene intervenire subito con un trattamento specifico, che possa rispettare il completo corso di antibiotici come prescritto, perché se si smette di prendere i farmaci prima che si siano finiti, potrebbe avvenire una temuta ricrescita dei batteri. I medici considerano la rimozione chirurgica in situazioni resistenti alla terapia medica o in frequenti e ricorrenti infezioni da tonsillite.

Detto ciò, i professionisti del settore medico spesso trattano le cause virali di tonsillite o di adenoidi ingrossate solo con cure di supporto (idratazione e controllo della febbre) e farmaci per il dolore da banco. Evidentemente, gli antibiotici non sono efficaci per l’infezione virale delle tonsille.

Un ascesso peritonsillare deve invece essere drenato sia con la rimozione del liquido con un ago e una siringa (aspirazione ago), tagliando con un bisturi (incisione), o tonsillectomia. Un lungo ciclo di antibiotici può trattare il massiccio allargamento delle tonsille e delle adenoidi che causano l’ostruzione delle vie aeree, o anche un breve ciclo di steroidi per ridurre l’infiammazione (farmaci correlati alla cortisone, come il prednisone e il prednisolone).

Ci sono poi alcuni rimedi naturali, che aiutano a lenire il dolore e l’infiammazione delle tonsillite. In particolare, si possono acquistare spray per la gola e pastiglie ad hoc, che possono rivestire e idratare la gola, e aggiungere anche una funzione anestetica topico per alleviare il dolore. Altri rimedi possono essere rappresentati da gargarismi d’acqua salata, che aiutano a liberare il muco dalla gola, sorseggiare bevande calde come il tè con miele, o un brodo, mangiare cibi freddi come gelati o ghiaccioli, o ricorrere ad alcuni rimedi della nonna, ma sempre avendo prima consultato il proprio medico, come la papaina, un enzima che può aiutare a trattare l’infiammazione. Ad ogni modo, è sempre opportuno consultare il proprio medico prima di utilizzare rimedi alternativi. I medici non raccomandano di norma molti di questi rimedi domestici per l’uso nei bambini o negli adolescenti, poiché la maggior parte di essi non sono stati valutati scientificamente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi