Stress e caffeina, quale relazione?

Comment

Salute
wowscienza

wowscienzaMolte persone che si sentono stressate riescono a ottenere una spinta energetica dalla caffeina. Ma è una buona cosa?

No, non è una buona cosa! La caffeina è un potente stimolante che disturba il sistema endocrino (ghiandolare). L’italiano consuma in media almeno due tazze di caffè al giorno e anche se la maggior parte delle persone può gestire questa quantità, alcune persone sono più sensibili agli effetti della caffeina rispetto ad altre a causa di una più lenta eliminazione di queste sostanze dal corpo.

Anche piccole quantità di caffeina, come quelle che si trovano nel caffè decaffeinato, sono sufficienti per influenzare negativamente alcune persone e produrre sintomi di depressione, nervosismo, irritabilità, mal di testa ricorrente, palpitazioni e insonnia. Le persone inclini a provare stress e ansia tendono ad essere particolarmente sensibili alla caffeina. L’uso a lungo termine di bevande contenenti caffeina, specialmente il caffè, dovrebbe essere evitato dalle persone che soffrono di stress, ansia, insonnia o depressione.

I bevitori di caffè stanno anche consumando un potente diuretico che rimuove l’acqua dal corpo causando disidratazione che provoca l’accumulo di rifiuti nel sangue. La conseguente tossicità del sangue influisce sulla salute umana e sull’efficienza metabolica.

Invece del caffè considerate il tè verde. Secondo il Journal of Nutritional Biochemistry il tè verde può accelerare il tuo tasso metabolico, che aiuta il fegato a funzionare in modo più efficiente. Gli antiossidanti del tè verde, rispetto agli antiossidanti del caffè, offrono un ulteriore bonus per il tuo sistema endocrino, che ha bisogno di tutto l’aiuto possibile quando è sotto stress.

Se invece vuoi sperimentare qualche spuntino sano quando sei sotto stress, sappi che un pezzo di frutta è una ottima scelta. La maggior parte della frutta è piena di enzimi, fibre, antiossidanti, acqua e vitamine. Molti sono facili da portare al lavoro e non soffrono senza refrigerazione per qualche ora, come mele, arance e banane. Noci e semi sono un eccellente spuntino di metà mattina ad alto contenuto proteico e di fibre. Possono essere mescolati insieme all’uvetta. Buone scelte includono noci, mandorle, anacardi, semi di zucca e semi di girasole. È meglio comprare noci e semi biologici, non salati e crudi o tostati. ½ tazza fornirà circa 10 grammi di proteine.

Fagioli e semi spalmati su cracker integrali come la segale sono un buon spuntino dopo pranzo e sono una buona fonte di proteine, vitamine, minerali e fibre. Le scelte includono il hummus fatto con fagioli di ceci o il tahini fatto con semi di sesamo; le buone marche di cracker di segale includono Ryvita e Kavila, entrambe a basso contenuto di sodio.

Un altro buon spuntino pomeridiano è un avocado su pane germogliato. L’avocado è una fonte eccellente di acidi grassi monoinsaturi, il grasso buono, fibre, vitamine, A, C, B-complex, e diversi minerali tra cui calcio, fosforo, potassio, ferro e magnesio. Un pezzo di formaggio è anche un buon spuntino su un cracker integrale o un pane germogliato. Il formaggio di pecora e di capra è più facile da digerire del formaggio di latte vaccino pastorizzato; il formaggio svizzero e il formaggio blu sono fatti con latte crudo e sono anche buone scelte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi