Le coliche addominali: le cause a livello intestinale

Comment

Salute
anatomia addome

Sono diverse le patologie che possono portare a soffrire di coliche addominali, alcune più gravi, altre meno preoccupanti. In molti casi tali coliche sono dovute alla presenza di occlusioni, a livello di diversi organi; altre volte le coliche addominali sono causate da un forte meteorismo, o anche da infiammazioni a livello dell’intestino o del colon.

I sintomi

chi ha sofferto, almeno una volta nella vita, di coliche addominali sa che il dolore che questo tipo di disturbi possono causare è intenso, di lunga durata e difficile a sopportare. Nel caso in cui le coliche siano limitate al tratto intestinale possono essere di vario genere, ma si manifestano tutte nello stesso modo. Si percepisce un dolore sordo a livello dell’addome, all’interno dei visceri. Questo dolore è causato da un forte spasmo muscolare, dovuto ad una serie di motivazioni. L’addome apparirà gonfio, difficile da comprimere e non si avrà alcun tipo di giovamento posizionandosi coricati, anzi, a volte la stazione eretta è l’unico modo per avere un certo sollievo dal dolore.

Le cause

Una delle principali cause delle coliche addominali è dovuta ad infiammazioni, a livello del colon o di altri tratti dell’intestino, come nel caso della diverticolite. Insieme con il dolore si avverte in genere meteorismo, ossia eccessiva presenza di gas all’interno dell’addome, con elevata necessità di emetterlo attraverso flatulenze, che possono alleviare il dolore o renderlo ancora più fastidioso. In alcuni casi insieme con il dolore si soffre anche di stipsi, o di diarrea, con aumento della sensazione dolorosa durante le scariche. Le motivazioni di questo tipo di problematica possono essere dovute anche ad un’ostruzione intestinale: un tratto dell’intestino è bloccato da un grumo di feci, che tende a disidratarsi nel corso del tempo, rendendo ancora più difficile la sua espulsione.

Le cure

Quando una persona soffre di coliche addominali come prima intervento si tende a diminuire lo stato doloroso, somministrando antidolorifici; questo avviene già durante la fase diagnostica, in modo da minimizzare la sofferenza per il paziente. Le coliche addominali sono in genere così forti che difficilmente le persone evitano di presentarsi presso uno studio medico, quindi è possibile in genere intervenire tempestivamente. Prima di cominciare qualsiasi altra terapia è necessario diagnosticare la causa della colica, effettuando esami di vario genere, tra cui in genere un’ecografia, che permette di visualizzare ogni parte dell’apparato digerente, in modo da considerare le possibili problematiche che possono causare uno stato doloroso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi