I consigli per scegliere le tariffe luce più convenienti

Comment

Casa
I consigli per scegliere le tariffe luce più convenienti

Ogni volta che apriamo la cassetta della posta e troviamo le bollette la reazione è sempre la stessa. Desideriamo cambiare fornitore perché i costi ci sembrano troppo elevati. Con il mercato libero dell’energia questo è possibile, basta scegliere quello giusto.

La tariffa luce e gas più conveniente non è così difficile da individuare, basta avere ben chiari i nostri consumi che sono espressi in chilowattora per la luce e in metri cubi per il gas. Fatto questo si dovranno esaminare le varie voci delle singole offerte. Certo non è un’operazione da fare in fretta, ma anzi prendendosi tutto il tempo di cui si ha bisogno visto che da questa risulterà la nostra spesa futura in bolletta.

Perché spendere inutilmente quando è possibile e neanche così difficile risparmiare?

Da sempre i consigli delle nonne sono preziosi, in questo caso non si tratta di “nonne”, ma di esperti che offrono consigli a chi desidera vedere qualche cifra in meno alla fine dell’anno per le tariffe luce e per quelle di gas.

La convenienza per le tariffe luce è possibile

Per puntare alla convenienza il primo passo da fare è sicuramente quello di scegliere la fornitura giusta per noi, l’offerta che meglio si lega a quelli che sono i nostri consumi domestici all’anno. Dato che viene semplicemente riportato su ogni bolletta.

È chiaro però che per fare questa scelta giusta si dovranno avere dei dati alla mano.

Nello specifico per l’energia elettrica oltre al consumo annuo si parla anche di tariffe orarie. Come tutti sanno, ne esistono due. La tariffa monoraria, come si intuisce dal nome stesso non prevede differenza di costi durante tutta la giornata. Chi vive molto in casa e quindi utilizza gli elettrodomestici e le luci nelle ore diurne è opportuno che scelga questa. Discorso diverso per chi abita la casa principalmente la sera e nel weekend. In questo caso la tariffa ideale è la bioraria che divide il giorno in due fasce, appunto. Il risparmio si avrà dalle 19 alle 8. Se si utilizzerà l’energia elettrica nell’altra fascia (8-19) il costo sarà più elevato.

Consigli semplici da applicare nella vita domestica

Abbiamo scelto la tariffa luce adatta ai nostri consumi e la fascia ideale per noi, ma il risparmio è ancora poco? Per ovviare a questo problema si possono seguire dei consigli da applicare nella vita domestica che riguardano le abitudini che abbiamo in casa.

Spesso lasciamo le luci accese anche nelle stanze vuote non curanti dello spreco di energia. Eliminare questa abitudine ci porterà al risparmio.

Scegliamo una luce soltanto perché ci piace e non facciamo attenzione ad acquistare quelle a risparmio energetico? Questo è un errore banale che però comporta sprechi. Basta optare per le lampadine a led.

Quando ci troviamo di fronte a una scelta degli elettrodomestici dobbiamo pensare con intelligenza. Quelli della classe A++ sono sicuramente più costosi, ma sono anche quelli che permettono un risparmio prezioso alla fine dell’anno sulle bollette. Ecco perché andranno preferiti agli altri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi