Insegnante di scuola guida: come intraprendere la professione

Comment

Lavoro
esame guida

esame guida

Svolgere la professione di insegnante di scuola guida può rivelarsi un’esperienza molto interessante ed affascinante. Il lavoro che svolge l’insegnante di scuola guida non è mai uguale a se stesso, sempre diverso e a stretto contatto con gli allievi dell’autoscuola. Ed è proprio qui, all’interno dell’autoscuola, che l’insegnante di scuola guida svolge il proprio lavoro.

In cosa consiste il lavoro dell’insegnate di scuola guida?


L’insegnante di scuola guida è una figura professionale molto rilevante all’interno dell’autoscuola. Più nel dettaglio, l’insegnante di scuola guida è colui che si occupa della preparazione teorica dell’allievo che dovrà sostenere l’esame per conseguire la patente.

L’insegnante di scuola guida si occupa anche di certificati di abilitazione professionale, di corsi CQC, di recupero punti sulla patente nonché di tutta l’attività didattica dell’autoscuola.


Quali sono i requisiti richiesti?


Chiunque può diventare insegnante di scuola guida ma è necessario essere in possesso di alcuni requisiti previsti dalla Legge. In particolare, gli aspiranti insegnanti di scuola guida devono:
– avere compiuto la
maggiore età;
– essere in possesso di
diploma di scuola media superiore;
– aver frequentato un corso di studi della durata di
5 anni;
– essere in possesso di
patente B;
Infine, l’aspirante insegnante di scuola guida non dovrà aver
riportato condanne penali essere stato dichiarato delinquente abituale.


Corso insegnante scuola guida: tutti i dettagli

I requisiti appena descritti, da soli, non sono sufficienti per diventare insegnante di scuola guida. E’ infatti necessario seguire e frequentare un corso obbligatorio di 145 ore. Il corso è, di norma, istituito e tenuto presso un Centro di Formazione oppure presso un’Autoscuola abilitata.

Oltre al corso, gli aspiranti insegnanti di scuola guida dovranno sostenere l’esame di idoneità all’esercizio della professione.

Lo step finale: l’esame di idoneità


Al termine del corso, l’allievo riceverà un certificato che attesterà la sua frequenza alle lezioni. Minuto di
certificato di frequenza, l’aspirante insegnante di scuola guida potrà sostenere l’esame di idoneità alla professione che è composta da ben tre prove: una prova quiz, una 1° prova teorica e, infine, una 2° prova teorica.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi