La marijuana potrebbe invertire l’insufficienza cardiaca

Comment

Salute

Uno studio condotto da un team di ricercatori dell’Università delle Hawaii, ha scoperto che l’uso di marijuana può invertire l’insufficienza cardiaca. In particolare, la recente analisi ha suggerito che il principio attivo della marijuana possa proteggere e invertire i danni al cuore dallo stress che la malattia induce, rammentando come l’insufficienza cardiaca possa essere causata da attacchi cardiaci, valvole che cedono, ipertensione e altre malattie.

Alexander Stokes, assistente professore di biologia cellulare e molecolare alla UH John A. Burns School of Medicine, ha svelato che i potenziali benefici medici della cannabis per curare le malattie cardiache sono davvero promettenti.

“Aneddoticamente, le persone che hanno attacchi di cuore recuperano più rapidamente se sono consumatori di marijuana”, ha affermato. Stokes, il fondatore di Makai Biotechnology, un’azienda di terapia cardiovascolare con sede alle Hawaii, sta lavorando per portare nuovi farmaci sul mercato con GB Sciences Inc., una società farmaceutica che gestisce dispensari in Nevada.

“Le malattie cardiache e il diabete sono molto diffusi nelle isole e c’è una maggiore prevalenza nelle popolazioni native hawaiane e delle isole del Pacifico””, ha detto. “È importante scoprire nuove terapie che hanno un impatto su questa terribile malattia”.

Naturalmente, le conclusioni effettuate dal team di ricercatori non potranno che essere di giovamento anche in altre parti del mondo, dove le malattie cardiache sono più o meno diffuse. Aspettiamo ora nuove analisi compiute sullo stesso settore, e già annunciate, per poter arrivare a delle valutazioni più consolidate su questa interessante proprietà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi