Cos’è Spotify

Comment

Tecnologia

Cos’è Spotify? Anche se si tratta di una delle app più note nel settore dello streaming musicale, potrebbe esserci qualcuno non ancora a piena conoscenza di tutte le potenzialità di questa straordinaria app, un punto di riferimento per gli appassionati del comparto.

D’altronde, guardando l’altro piatto della bilancia, è pur lecito affermare che nonostante esista da “soli” dieci anni, Spotify sia rapidamente diventata un vero e proprio sinonimo di musica, sempre disponibile e su qualsiasi dispositivo, oltre che da qualsiasi punto del mondo ci si trovi.

I numeri del successo parlano da soli. Sulla base delle dichiarazioni della stessa società, alla fine del 2018 gli utenti mensili di Spotify erano circa 200 milioni, di cui la metà con abbonamento Premium.

Per quanto concerne le determinanti di questi risultati straordinaria positivi, non ci sono dubbi sul fatto che il modello su cui si poggia l’app di Spotify sia molto semplice. Una volta registrati si potrà infatti accedere a una enorme biblioteca di oltre 40 milioni di brani musicali, che è liberamente disponibile per chiunque.

Tuttavia, chi non sottoscrive un abbonamento andrà incontro a qualche limitazione non marginale. Per esempio, chi non sottoscrive un piano non potrà scegliere l’ordine con cui ascoltare i brani, né potrà scaricarli sul proprio dispositivo per poi riprodurli anche senza connessione Internet, quando più gli aggrada.

Un altro motivo che potrebbe indurre gli utenti a sacrificare qualche euro per sottoscrivere un abbonamento è poi il fatto che senza un piano ogni tre o quattro canzoni si dovrà ascoltare 15 secondi di pubblicità io in alternativa 30 secondi di video che consentiranno poi di avere 30 minuti di musica gratis.

Per quanto poi concerne gli altri punti di principale vantaggio, rileviamo come una delle funzioni più gradite di Spotify siano le playlist, cioè la raccolta di brani musicali che condividono un unico tema. Dunque, se per esempio vogliamo trovare la nostra colonna sono preferita mentre facciamo esercizi di fitness o di palestra, sarà sufficiente inserire nella barra di ricerca la parola chiave “corsa”, o “fitness”, o “palestra” e vedere decine di playlist realizzate da utenti appassionati, che amano ascoltare un certo tipo di musica quando fanno esercizi fisici. A quel punto sceglieremo la nostra, e Spotify inizierà immediatamente a replicarla nei nostri auricolari.

Chiunque può generare la propria raccolta e, di conseguenza, condividerla condivise pubblicamente, ambendo magari a trovare uno spazio tra quelle di maggior successo, che contano diversi milioni di follower.

E i costi? L’abbonamento base costa 10 euro al mese, ma esistono anche formule per la famiglia (15 euro) o per gli studenti (5 euro).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi