Cosa fare in una crisi emotiva?

Comment

Salute
donna mare

donna marePrima di esaminare le abilità che ti aiuteranno a far fronte in modo sano a una crisi, pensa per un momento alle cose che fai attualmente per cercare di superare una crisi. Quando le tue emozioni iniziano a diventare intense, o cominci a sentirti fuori controllo, cosa fai per cercare di tornare in pista?

La maggior parte delle persone ha almeno un paio di cose a cui si rivolge che non sono salutari. Per esempio, mangiare troppo o non mangiare dormire, spendere soldi, giocare d’azzardo o anche ricorrere a comportamenti autolesionistici.

Proviamo a fare un po’ di ordine.

Pensare alle conseguenze

Considerare le conseguenze negative delle tue azioni può spesso aiutarti a non ricadere in questi schemi in futuro. Anche se questo può sembrare ovvio, potresti essere sorpreso di quanto spesso le persone evitino di pensarci – il che ha senso, perché di solito è più facile continuare ad agire nello stesso modo di sempre, anche se ci sono conseguenze negative. Fare dei cambiamenti richiede energia e sforzo!

Se vuoi seriamente sopravvivere alle montagne russe emotive, però, allora questo è un must: i comportamenti in cui le persone si bloccano quando sono in crisi sono spesso autodistruttivi, o per lo meno finiscono per alimentare il dolore emotivo a lungo termine, in un modo o nell’altro.

Quindi la prima cosa che devi fare è pensare a quello che fate quando sei in crisi, e capire quali di questi comportamenti hanno spesso (o sempre) conseguenze negative. In altre parole, quali dei tuoi comportamenti stanno effettivamente peggiorando la situazione per te? Ricorda, il primo passo è sempre quello di aumentare la tua consapevolezza, quindi per ora, pensando dal tuo saggio sé, dai un’occhiata onesta alle cose che fai quando sei in crisi, e scrivi le cose che potrebbero peggiorare la situazione.

Usare ciò che ha funzionato prima

La buona notizia è che, anche se a volte (o spesso!) ricadi nei modi più malsani di affrontare la situazione, probabilmente a volte agisci anche in modi più sani. Prenditi un momento per pensare ai modi in cui affronti le cose a volte che non hanno quelle conseguenze negative. Quando hai una crisi – un problema che non può essere risolto e che ti causa dolore – quali sono le cose che fai per distrarti? Per esempio, potresti incontrare un amico o chiamare qualcuno per parlare; magari cerchi di tirarti su guardando il tuo programma televisivo preferito o ascoltando musica che ti fa sentire bene.

Distrarsi dalla crisi

Spesso, quando si è in una crisi, può essere davvero difficile distogliere la mente dalla situazione. Sai che non c’è niente che tu possa fare (o hai già fatto tutto il possibile), ma il tuo cervello continua a tornare lì. Ti soffermi su di essa, la rielabori, e questo ti tiene bloccato in quelle emozioni dolorose.

Distrarsi significa distogliere la mente dalla crisi e concentrarsi (meglio che si può, con attenzione) su qualcos’altro. In altre parole, inizia un’attività, e continua a riportare la tua mente a quell’attività più e più volte, accettando (più e più volte) quando la tua mente continua a vagare di nuovo verso la situazione dolorosa. Una cosa importante da ricordare su queste abilità è che non risolveranno la crisi, o faranno sparire il problema o le tue emozioni; ti aiuteranno, tuttavia, a sopravvivere alla crisi (e al dolore) senza peggiorare le cose per te stesso.

Per esempio, disegna, parla con qualcuno, fai una passeggiata o un’escursione, vai in bicicletta, vai in skateboard, mangia il tuo spuntino preferito, pensi ai momenti in cui si è sentito felice, fai un trattamento al viso, canta, vai a vedere un film, sdraiati al sole.

Naturalmente, questa lista non è esaustiva, ma probabilmente troverai alcune idee di attività che potresti fare e che potrebbero distogliere la tua mente dalla crisi per un po’ e che non avranno le stesse conseguenze negative di alcune delle attività che potresti fare normalmente.

L’idea di fare la propria lista è che, quando le emozioni si fanno intense e iniziano a prendere il sopravvento, di solito è davvero difficile pensare a cosa si può fare in quel momento per aiutarsi. Se hai una lista di attività, non devi pensare, devi solo tirare fuori la tua lista e fare la prima cosa su di essa. Se scopri che la prima attività non ti distrae veramente, o non sei in grado di concentrarti molto bene su di essa, allora passi alla cosa successiva sulla tua lista, e così via, quindi assicurati che la tua lista sia il più lunga possibile! E tienila a portata di mano – mettila sul tuo telefono o tablet, fai delle fotocopie e tienine una nel cassetto della scrivania o sul comodino, tienine una nello zaino o nell’armadietto – in modo che tu possa tirarla fuori quando arriva una crisi.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi